Nvidia GeForce GTX 670, benzina per il nostro PC.

Con l’introduzione sul mercato del chipset Kepler, cuore delle nuove nate in casa Nvidia, come nelle sue derivazioni GTX 680 a singolo core e nella potente dual core GTX690, nvidia lancia la sua versione rivisitata per la versione che punta alla fascia di mercato medio/alta, la GTX 670.

Possiamo definire tranquillamente la GTX 670 una versione de-potenziata della GTX 680, difatti la GPU utilizza la stessa architettura, perdendo però in velocità di core e perdendo 192 Cuda Core. La lieve perdita di prestazioni rispetto alla sua sorella maggiore comporta ovviamente un prezzo di vendita più basso, così da andare ad ingolosire chi cerca una scheda video potente ma non vuole spendere uno stipendio nel suo acquisto.

La scheda presenta una classica reference board brandizzata NVIDIA, con un’unica ventola posta nella parte posteriore della scheda integrata nello chasiss di plastica. La rumorosità risulta contenuta anche nella situazioni di maggior sforzo e svolge anche egregiamente il compito di raffreddamento della scheda mantenendo le temperature nella media, non superando mai i 70° sotto sforzo.

L’ingombro è di due slot PCI-E che ci permette alla scheda di fornire quattro connessioni video: Una porta DVI single-link, una DVI dual-link, una porta HDMI e infine una DisplayPort. La lunghezza complessiva della scheda è di 24 cm, così da non avere troppo ingombro all’interno del case. Il montaggio è tutt’altro che complesso, con un buon case sarà possibile collegare la scheda allo slot PCI-E e i cavi per fornirle la giusta potenza in meno di 5 minuti.

Per l’alimentazione saranno necessarie due connessioni a 6 pin, la nuova architettura Kepler ha ridotto sensibilmente i consumi rispetto alla serie precende Gtx 5XX, consumando fino a 50 Watt in meno a pieno carico, pertanto con un buon alimentatore da 600 Watt si può affrontare le nostre sessioni di gioco in tutta tranquillità.

La macchina di test prevede un I7 3930K montato su una motherboard MSI X79A-GD65, con 16 GB di Ram DDR3 di Corsair, hard disk Caviar Black da 500GB di Western Digital sistema operativo Windows 7 Ultimate a 64 Bit e infine driver Nvidia Forceware 301.42 WHQL.

Per i test sono stati utilizzati i seguenti benchmark con queste 3 risoluzione 1680×1050 1920×1080 e 2560×1600:

Battlefield 3: dettagli ULTRA, 16x AF, antialiasing a 4x/off.

3d mark 11: Extreme Preset.

Unigine Heaven 3.0: DirectX 11, Extreme Tasselation, AA 4x 16x AF.

Unigine Heaven 3.0 Battlefield3 2560x1600 Battlefield 3 1920.x1080 Battlefield 3 1680x1050

Come è possibile vedere dai risultati, la GTX 670 si pone poco sotto alla sorella maggiore 680 e in quasi tutti i test poco sopra alla sua diretta concorrente di casa AMD la 7970.
Il guadagno verso la fascia alta della scorsa generazione come la 580, è notevole in tutti i test, con prestazioni  che aumentano fino al 30%, prestazioni da vero salto generazionale.

3dmark11 bench

Confrontata con la 680 ottiene dei risultati circa il 15% inferiori, c’è da considerare però i quasi 150€ in meno per acquistarla e i dati emersi dai benchmark sono tutti di alto livello che permetteranno alla scheda di essere utilizzata tranquillamente per lungo tempo.

Vale la pena acquistarla? Con la premessa di avere un processore che non faccia da collo di bottiglia, assolutamente si.

Il guadagno prestazionale rispetto alla precedente generazione è notevole e la fascia più alta di casa NVIDIA è troppo costosa per l’esborso richiesto, inoltre questa scheda è in grado di spingere forte anche alle alte risoluzioni e a meno di non voler giocare BF3 a 2560 dettagli ultra e filtri attivati, in tutti gli altri scenari ha retto bene gli sforzi.

Il prezzo di vendita al momento è di 400€ circa, pertanto se cercate una scheda che vi possa accompagnare per il prossimo anno e mezzo senza scendere a compromessi, iniziate a mettere via i soldi.

Voto 9/10

pubblicato su eurogamer.it

 

Rispondi