Turtle beach XL1 e P11, un double team eccezionale

Oggi recensiremo due prodotti in una singola recensione, poiché fondamentalmente si tratta dello stesso prodotto indirizzato però a piattaforme diverse, stiamo parlando delle cuffie di fascia entry level di Turtle Beach, la XL1 per la console di Casa Microsoft, e le P11 compatibili sia con PS3 sia con i PC.
Non fatevi ingannare dal segmento di appartenenza, le prestazioni sono di altissimo livello, leggete tutta la recensione e cercheremo di farvi passare diffidenza.

Le Turtle Beach XL1 sono cuffie dotate di cavo che puntano al segmento entry level del pubblico XBOX 360, partendo prevalentemente da un prezzo accattivante di 35,40 €,ma come andremo a vedere più avanti, mettendo sul piatto anche una qualità elevata.

Le Turtle Beach XL1 non colpiscono per il design, molto semplice con i pannelli auricolari di dimensioni generose, un microfono orientabile e una colorazione bianca e verde che richiama i colori “sociali” della XBOX di casa Microsoft.
I cuscini para orecchie sono ricoperti di tessuto con trama a rete, resi così confortevoli e privi di distorsione sonora in qualunque situazione, garantiscono un buon isolamento acustico con l’esterno. Inoltre le dimensioni veramente generose non creeranno alcun tipo di pressione sulle orecchie aumentando ulteriormente la comodità.
Punto sicuramente di forza il peso: con soli 181 grammi potrete affrontare anche le sessioni più lunghe senza avere la sensazione di indossare un elmo medievale.

La cuffia è molto regolabile in dimensioni: come la maggior parte delle cuffie, è possibile rendere l’arco più grande o più piccolo per adattarsi perfettamente intorno alla vostra testa.
Il Microfono è composto da un’asta in metallo flessibile posizionabile a piacimento, la dimensione è perfetta posizionandosi alla giusta distanza dalla bocca, gli altri vi sentiranno in modo chiaro e non avrete il problema di trovarvi il microfono in gola nelle fasi più concitate.
Funzione molto interessante è il Mic Monitor: si tratta della possibilità di sentire la propria voce nelle cuffie, abilitandola, si può percepire la buona qualità del microfono, la nostra voce sarà chiara e non sembreremo più Fantozzi che si cimenta nell’accento svedese come con le cuffie in bundle con la console.
Inoltre la corsa della rotazione di 270° ci permette di usarlo in maniera indifferente sia a sinistra che a destra in base al nostro gusto.
Collegare le cuffie è di una facilità disarmante, i connettori colorati vi guideranno nel collegamento e ne caso vi troviate comunque in difficoltà, il manuale illustrato dipanerà ogni dubbio.

Nel dettaglio, troviamo un cavo USB da inserire in una porta libera della console, la sua funzione è solamente quella di alimentare le nostre cuffie, successivamente si collegheranno i due cavi audio RCA bianco e rosso alle uscite audio della console, e infine il cavo di collegamento con il pad per la chat.

Il Lavoro sporco viene eseguito brillantemente da una piccola unità che ci permette di gestire il volume delle cuffie, il volume della chat, decidere se abilitare o meno la nostra voce all’interno delle cuffie, così da non ritrovarci ad urlare di notte e svegliare tutto il vicinato, dato che ci accorgeremo in prima persona del tono e del volume di voce e infine la possibilità di escludere il microfono.

La scelta di rendere separato il volume di gioco da quello della chat è vincente, potete continuare a godere del suono del gioco escludendo quasi completamente i discorsi filosofici degli altri partecipanti alla chat.

All’interno delle cuffie troviamo dei diffusori da 5cm, di buona qualità sicuramente migliori delle nostre aspettative avendo ben chiaro il prezzo di vendita così basso.

La gestione dei bassi, forti e decisi, rendono l’esperienza di gioco, ma anche l’ascolto della musica, molto piacevole e intensa, con alti e bassi ben distinti. I suoni più alti non risultano mai acuti o sbilanciati nell’insieme, la gamma sonora è molto ampia, rendendo perfettamente distinguibili i diversi suoni presenti in gioco. Interessante, soprattutto se giocate con la chat del live, nota per non essere proprio di qualità, la chiarezza delle voci degli altri giocatori, riuscirete tranquillamente a distinguere gli altri player.
Il cavo di collegamento è fin troppo lungo:  i quasi 5 metri di lunghezza vi permetteranno di andare più o meno ovunque nella stanza dove state giocando. A distanza ravvicinata però, risulta quasi un impaccio.

XL1_01

Una breve tabella con le caratteristiche tecniche:

XL1:

Cuffie:
•    Diffusori da 50mm con magneti in neodymium.
•    Frequenza di risposta:: 20Hz – 20kHz, >120dB SPL @ 1kHz
•    Frequenza di risposta del condensatore del microfono: 50Hz – 15kHz
•    Lunghezza del cavo:4.87m
•    Peso:181g

Amplificatore integrato
•    Switch per impostare il muto del microfono
•    connettore da 2.5mm per collegare il controller della XBOX 360®
•    connettore USB per alimentare le cuffie
•    Dimensions:1.3cm,5.8cm,2.7cm

Se siete interessati a un’analisi tecnica dei dati vi invitiamo a leggere l’approfondimento che abbiamo trattato in un’altra recensione a questo link (http://www.eurogamer.it/articles/2012-02-11-hardware-roccat-kulo-review-recensione)

In breve i dati non fanno che confermare i feedback positivi che abbiamo avuto in fase di recensione, le cuffie hanno un ottimo range audio di suono riproducibili, una sensibilità a livelli di cuffie professionali.

L’unico neo  è la sensazione data dalla scelta costruttiva. Le cuffie sembrano poco resistenti, anche se gli aspetti importanti della qualità audio e il confort una volta indossate fanno passare in secondo piano questo difetto.

Voto Xl1 9/10

 

Le P11, invece, sono destinate a chi possiede una PS3 o un PC, questa doppia destinazione d’uso incide sul prezzo di vendita, che aumenta a 49.40€, comprensibile dato che avrete delle cuffie che potrete usare su due piattaforme differenti.

Fondamentalmente le cuffie P11 sono uguali alle XL1 a livello di struttura, anche in questo caso sono dotate di cavo per la connessione, ma risultano molto più eleganti data la scelta di renderle completamente nere, ad eccezione dei tocchi rossi per alcuni dettagli.

Anche per loro valgono tutti gli aspetti positivi della sorella XL1 sia per quanto riguarda il confort dei cuscinetti sia per l’adattabilità ad ogni tipo di testa, che per la bontà del suono e del microfono.

Le differenze con le XL1 sono più che altro riguardanti i cavi di collegamento:  al posto dei cavi RCA troviamo direttamente collegati alla cuffia solamente il connettore USB e il jack del microfono. Questi due attacchi sono già sufficienti per l’utilizzo su PC.

Nel caso dovessimo collegarla alla console sarà sufficiente aggiungere un adattatore che andrà collegato al cavo microfono della cuffia e ai cavi RCA audio della console infine andranno portati alla tv, l’operazione risulta estremamente semplice e anche in questo caso è sufficiente l’assistenza del manuale per i meno esperti.

Nella versione P11 la lunghezza totale dei cavi raggiunge i 4 mt, meno ingombranti della sua derivazione XBOX.L’unità che regola i volumi, inoltre ha una clip sul retro così da poterla agganciare ai vestiti, sicuramente utile per individuare il dispositivo senza doverlo cercare con la vista.

Turtle beach si dimostra ancora una volta in grado di offrire un prodotto dall’elevata qualità sia in termini di materiali costruttivi sia elettronici, con numerose caratteristiche e possibilità di regolazione inusuali per il segmento di vendita.

P11_01

Infine andiamo a vedere le caratteristiche:
P11:

Cuffie:
•    Diffusori da 50mm con magneti in neodymium.
•    Frequenza di risposta:: 20Hz – 20kHz, >120dB SPL @ 1kHz
•    Frequenza di risposta del condensatore del microfono: 50Hz – 15kHz
•    Lunghezza del cavo:3.70m
•    Peso:181g

Amplificatore integrato
•    Switch per impostare il muto del microfono
•    connettore da 3.5mm per collegamento con PC
•    connettore USB per alimentare le cuffie

L’esito finale per le P11 non può che essere analogo a quello delle XL1: totale soddisfazione la differenza minima di prezzo non va ad incidere sul rapporto qualità prezzo.

Voto P11 9/10

pubblicato su eurogamer.it

Rispondi